PROCIV-ARCI TUTELA E SALVAGUARDIA BENI CULTURALI
Home » News e Comunicazione

News e Comunicazione

Montesano sulla Marcellana (SA) 21 Giugno 2018

Montesano sulla Marcellana (SA) 21 Giugno 2018 - PROCIV-ARCI

Firmato il Protocollo di Intesa tra il COmune di Montesano sulla Marcellana (SA) ed il Polo Formativo Nazionale Tutela e Salvaguardia dei Beni Culturali - Prociv Arci.

Presso la sede municipale del Comune di Montesano Sulla Marcellana (SA), si sono incontrati il Responsabile del Polo formativo nazionale tutela beni culturali – PROCIV ARCI, Geom. Antonio Fiore ed il Sindaco Prof. Giuseppe Rinaldi, in presenza del Direttore del Museo Civico Etnoantropologico con sede nel Comune (già Museo di interesse Regionale dal 2011 e parte integrante della Rete dei Musei del Vallo di Diano) Prof. Giuseppe Aromando, per firmare il protocollo di intesa ed avviare una concreta attività di collaborazione.

Tra gli obiettivi del protocollo e le attività future si prevedono innovativi programmi formativi integrati di alto contenuto specialistico nel settore beni culturali, finalizzati alla preparazione delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile del territorio della Valle di Diano (SA) per la salvaguardia e la messa in sicurezza dei beni culturali in caso di calamità del Museo Civico Etnoantropologico e del territorio comunale. “I Musei, come entità, come statuto e i responsabili, i direttori, oltre al compito di valorizzare e promuovere i beni culturali in essi presenti ed esposti hanno anche, e soprattutto, il dovere di avviare iniziative indirizzate a preservare il patrimonio in essi contenuti da situazioni di pericolo e realtà emergenziali!”. È quanto dichiarato dal Direttore del Museo Prof. Giuseppe Aromando, ed aggiunge: “affinché questo sia possibile, ad oggi ed in base alle normative vigenti, l’unico modo per realizzare tale iniziativa è essere formati o per lo meno avere la conoscenza e la consapevolezza delle procedure adottate dal Ministero dei Beni Culturali in accordo con il Dipartimento della Protezione Civile. Per tale motivo, nel ruolo di Direttore e responsabile dei beni custoditi nel Museo Civico Etnoantropologico di questo territorio più volte colpito da terremoti, mi ritengo fautore e sostenitore di questa iniziativa indirizzata a formare e qualificare squadre degli organi preposti di Protezione Civile della Valle di Diano, che saranno chiamati ad intervenire in caso di calamità territoriale e nazionale”. L’accordo del protocollo d’intesa, aggiunge il Direttore del Museo, “prevede, inoltre, la diffusione delle procedure di recupero rivolte anche ai direttori, tecnici e collaboratori dei musei locali, che potranno parteciperanno alle attività formative come uditori, per una migliore conoscenza e consapevolezza delle procedure di recupero dei beni culturali in caso di calamità. Nel ruolo di conoscitori dei beni che custodiamo e di cui siamo responsabilidi, intendiamo rafforzare la risposta operativa delle squadre di soccorso di Protezione Civile, come sostenitori e guida locale per i beni da recuperare.”

Si apre così, con il Polo formativo nazionale tutela beni culturali – PROCIV ARCI, a distanza di poco più di un anno dall’inizio delle sue attività realiazzate su tutto il territorio nazionale, una innovativa proposta di formazione integrata delle procedure per il recupero dei beni culturali in caso di calamità indirizzata alle Protezioni Civili e la divulgazione e diffusione delle stesse indirizzate ai professionisti del settore beni culturali del territorio, in primis custodi e responsabili della loro tutela,  segnando solo l’inizio di una intensa programmazione formativa futura del Polo dai moduli multidisciplinari sui beni culturali.

Interesse a sostenere ed aderire, nel prossimo futuro al protocollo di intesa appena firmato, vi è la Comunità Montana Valle di Diano, mentre tra gli obiettivi futuri è previsto un ampliamento delle adesioni da parte di ulteriori Musei locali, della Rete dei Musei ed Enti territoriali e privati, custodi di beni culturali, al fine di ampliare le qualifiche e le conoscenze delle Protezioni Civili di parte della provincia di Salerno.

(PFN- Prociv Arci)

Roma 5 Ottobre 2017.

Roma 5 Ottobre 2017. - PROCIV-ARCI

Ministro Dario Francescini - MiBACT - Ministero dei Beni, Ambientali, Culturali e Tursimo

"Per aver operato con competenza, abnegazione, e onore per la salvaguardia del patrimonio culturale danneggiato dagli eventi sismici del centro Italia 2016-2017”.

È con questa motivazione che la il Centro Italiano Protezione Civile O.N.L.U.S.- Polo Fomrativo Nazionale Tutela e Salvaguardia Beni Culturali - Prociv Arci, insieme a molte Associazione del Volontariato di Protezione Civile in Italia, ha ricevuto dal Ministro Dario Francescini - MiBACT - Ministero dei Beni Ambientali, Culturali e del Turismo, l'insignita di encomio nel corso di una cerimonia che si è svolta Roma il 5 ottobre dell'anno 2017.

 Ancora una volta una testimonianza autorevole di quello che sono i volontari della nostra Protezione Civile.

 

(PFN- Prociv Arci)